Main

costituire onlus

Costituire una Onlus

Per costituire una Onlus, sono necessari i seguenti documenti:

  •  Atto Costitutivo;
  •  Statuto;
  •  Dichiarazione per la Anagrafe delle ONLUS;
  •  Comunicazione per la Anagrafe delle ONLUS.

I primi due documenti sono necessari per costituire un’associazione, quale può essere  l’Associazione di Promozione Sociale (APS). Se queste associazioni hanno le caratteristiche richieste dall’art. 10 del D. Lgs 460/97 possono ottenere lo status di Organizzazioni non  lucrative di utilità sociale (Onlus).

Parlo di status perchè le Onlus non sono un diverso tipo di organizzazione ma una categoria di soggetti che possono godere di vantaggi tributari se ne hanno i requisiti. Nel nostro  esempio ho parlato di APS perché è sicuramente la più diffusa ma in generale possono  essere Onlus:

  •     le associazioni riconosciute e non riconosciute;
  •     i comitati;
  •     le fondazioni;
  •     le società cooperative;
  •     gli altri enti di carattere privato, con o senza personalità giuridica.

Questi soggetti devono fare richiesta di iscrizione all’anagrafe delle Onlus mentre lo sono di diritto, cioé assumono automaticamente la qualifica di Onlus:

  •     le organizzazioni di volontariato se iscritte nei registri regionali delle organizzazioni di volontariato e non svolgo attività commerciali (o in maniera marginale);
  •     le organizzazioni non governative;
  •     le cooperative sociali;
  •     i consorzi di cooperative sociali formati esclusivamente da cooperative sociali.

Le agevolazioni per le Onlus consistono, ai fini delle imposte dirette:

  • non è considerata attività commerciale lo svolgimento di attività istituzionali;
  • non concorrono alla formazione della base imponibile i proventi derivanti dall’esercizio  di attività connesse o le somme versate dagli associati o partecipanti a titolo di  contributo o quote associative;
  • non concorrono alla formazione del reddito i fondi raccolti durante manifestazioni  pubbliche occasionali, anche se in contropartita di beni di modico valore o di servizi;
  • non concorrono alla formazione del reddito i contributi corrisposti da amministrazioni  pubbliche in regime convenzionale.

Per quanto riguarda l’Iva, per esempio, non c’è l’obbligo di ricevuta o scontrino fiscale per le operazioni riconducibili alle attività istituzionali. Tra le agevolazioni riguardanti le altre imposte indirette rientrano:

  • l’esenzione dall’imposta di bollo e della tassa sulle concessioni governative;
  • il pagamento dell’imposta di registro in misura fissa sugli atti traslativi a titolo oneroso della proprietà di beni immobili e degli atti traslativi o costitutivi di diritti reali immobiliari di godimento.

Atto costitutivo e statuto devono essere registrati presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate  dopo aver richiesto  il codice fiscale all’Agenzia delle Entrate territorialmente compentente  in base alla sede legale dell’associazione. Questi documenti possono essere costituiti da  una scrittura privata ma solo nel caso in cui siano redatti da un pubblico ufficiale (ad  esempio un notaio) l’associazione potrà essere ‘riconosciuta’ e godere dell’autonomia  patrimoniale (leggi il nostro articolo al riguardo).

La registrazione degli atti presso gli uffici presuppone il pagamento di imposte di registro e di bolli. In generale:

  • l’associazione iscritta al Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato (OdV) non versa imposte di bollo e di registro;
  • l’Associazione di Promozione Sociale (APS) con qualifica di ONLUS/Associazione ONLUS non versa imposte di bollo ma versa l’imposta di registro (con modello F23);
  • l’Associazione di Promozione Sociale (APS) deve apporre una marca da bollo ogni 100 righe su originale e copia ed è soggetta al pagamento dell’imposta di registro (da versare con F23).

 

Per chiedere l’iscrizione all’anagrafe unica delle Onlus e usufruire delle agevolazioni, occorre inviare il modello di comunicazione alla Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate nel cui ambito territoriale si trova il domicilio fiscale del soggetto richiedente.

Alla comunicazione va allegata una dichiarazione sostitutiva, sottoscritta dal legale rappresentante della Onlus, nella quale si devono attestare le attività svolte e il possesso dei requisiti. In alternativa alla dichiarazione, può essere allegata una copia dello statuto o dell’atto costitutivo.

La comunicazione va inviata entro 30 giorni dalla data di redazione (se atto pubblico) o di autenticazione o registrazione (se scrittura privata) dello statuto o dell’atto costitutivo.

Se l’invio è effettuato oltre questo termine, le agevolazioni si applicheranno dalla data di presentazione della comunicazione.

,

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

Impresa Tre offre una newsletter gratuita su:

  • Strategia e comunicazione per le Imprese Sociali
  • Marketing e Visibilità per il terzo settore
  • Consulenza fiscale, organizzativa e legale