Main

vita indipendente

Vita Indipendente; progetti sociali per disabili

Tra i vari progetti sociali per disabili volti all’inclusione sociale delle categorie più svantaggiate, quello promosso dalla Fondazione Vita Indipendente si distingue per la capacità di creare una sinergia tra diverse Onlus, l’amministrazione comunale e le associazioni di volontariato. Un virtuoso esempio di rete sociale nel terzo settore.

Non nasce come un servizio, ma come un vero e proprio progetto sociale destinato a rafforzare l’autostima e la capacità organizzativa tra persone disabili, offrendo la possibilità di gestire in completa autonomia la propria vita quotidiana. I progetti sociali per disabili spesso si limitano a creare luoghi con accoglienza limitata, per spazio e per tempo, o come prestazioni a domicilio. L’esperienza avviata dalla Fondazione Vita Indipendente invece mira ad accrescere il più possibile l’autonomia delle persone svantaggiate, creando così il presupposto indispensabile per una vera inclusione sociale. Il progetto prevede la possibilità di soggiornare gruppi di tre- quattro persone con disabilità per un week end all’interno di un appartamento, in modo da poter man mano aumentare l’autonomia delle persone e diminuire la loro dipendenza (ove possibile) dal nucleo familiare.

Tutto questo è stato possibile grazie al lavoro, sul campo, di alcune associazioni di volontariato e no profit che già da diversi anni lavorano al progetto. In questo modo le Onlus AislaAnffasAut Aut,UildmInsieme a noi e Asp Charitas hanno dato vita alla Fondazione Vita Indipendente della quale fa parte anche il Comune di Modena. Proprio la partecipazione attiva dell’amministrazione comunale, direttamente coinvolta nella rete sociale, ha permesso di veder realizzare il progetto che nelle ultime settimane è entrato nella sua fase applicativa. In un appartamento condominiale, appositamente preparato e dotato di apparecchiatura domotica, le persone con disabilità hanno cominciato il loro percorso di autonomia con i primi week end “fuori casa”.

Il percorso di “vita vera” prevede quattro tappe che, soltanto alla fine delle quali permetteranno alle persone coinvolte nel progetto di sperimentare la possibilità di soggiornare alcuni giorni in totale autonomia. Prima di questo traguardo invece un gruppo di specialisti e volontari seguiranno le fasi intermedie. Si tratta di personale specializzato (nel quale è coinvolta anche l’Asl) con competenze tecniche ben definite, sostenuti quindi anche dal personale di associazioni di volontariato e dalle stesse famiglie delle persone coinvolte nel progetto sociale.

Si tratta di un progetto non del tutto originale, ma che trova la sua principale forza nel mettere insieme i diversi tronchi dell’assistenza sanitaria i, dalle imprese del terzo settore alle Asl, riuscendo quindi a costruire una rete sociale efficace, intelligente e probabilmente anche molto efficace. In questo modo appare quindi naturale aspettarsi interventi come quello emiliano anche in altre parti d’Italia, magari potendo proprio contare sulla messa “a sistema” delle cooperative sociali di assistenza sanitaria integrativa, della possibilità di far progredire il progetto in una seconda fase gestendolo direttamente da personale svantaggiato, costituendo di fatti una cooperativa sociale di tipo b, e potendo sempre contare sull’indispensabile appoggio delle amministrazioni e delle regioni magari coadiuvate da finanziamenti regionali creati appositamente per esperienze di questo tipo. Probabilmente siamo ancora lontani da questo scenario e il caso della Fondazione Vita Indipendente, con la sua capacità di mettere insieme no profit e amministrazione, rappresenta più un’eccezionale metodo per costruire un welfare efficace che non la logica attuazione di una politica che, priva ormai di risorse e di strutture, deve cercare essa stessa in primo luogo di mettere a sistema tutte le risorse territoriali di cui dispone.  

, , , , , , , , , , , , , ,

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

Impresa Tre offre una newsletter gratuita su:

  • Strategia e comunicazione per le Imprese Sociali
  • Marketing e Visibilità per il terzo settore
  • Consulenza fiscale, organizzativa e legale