Main

MINOLTA DIGITAL CAMERA

Il terzo settore nella buca delle lettere: nasce Poste Insieme Onlus

Prende avvio l’esperienza sociale di Poste Insieme Onlus con la quale l’azienda dei servizi postali, finanziari e assicurativi, entra di fatto nel terzo settore. Molti i progetti già in fase di sviluppo ma la massima attenzione è rivolta alla possibilità di proporre direttamente i progetti sociali attraverso la sua fondazione.

Per molti l’ingresso di Poste italiane nel terzo settore rappresenta già un salto di qualità notevole, non tanto per l’azienda dei servizi postali che così si allinea con altre esperienze di aziende similari europee, ma proprio per l’innovazione sociale nel terzo settore che potrebbe derivare dal lavoro di una delle aziende più strutturate sul territorio italiano. A scelta di operare nel sociale, attraverso la Fondazione del Gruppo Poste Italiane non è dovuta unicamente a questione di immagine, ma come monitoraggio di un mercato, quello legato al no profit, che sembrerebbe offrire garanzie maggiori rispetto ad altri rami di produzione. Investire nelle aziende del terzo settore è la vera nuova frontiera della finanza e dei fondi di investimento, non immediatamente, non ancora, ma probabilmente nel giro dei prossimi cinque o dieci anni questo canale di investimenti porterà una grandissima liquidità alle associazioni no profit che potranno così compiere quel balzo in avanti soprattutto grazie ad una massiccia innovazione sociale, resa possibile proprio dalla liquidità disponibile.
Lo scenario dunque resta decisamente accattivante, ma occorre ancora tempo. In questo tempo tuttavia bisogna organizzarsi e il semplice monitoraggio non basta più; occorre scendere direttamente sul campo. Poste Italiane lo fa così con un’operazione di sostegno alle imprese nel terzo settore tramite la sua Fondazione, avviando già alcuni progetti sociali destinati soprattutto alla imprenditoria sociale femminile.

In concomitanza con il lancio della Fondazione, Poste Insieme Onlus ha anche dato il via alla prima casa famiglia ( a Roma) per accogliere bambini e madri detenute, e un  programma per sostenere progetti sociali contro la dispersione scolastica nel regioni più fortemente colpite; Campania, Calabria e Puglia.

Le aree di intevento però non si limiteranno soltanto a progetti sociali per bambini o a interventi a sostegno dell’imprenditoria sociale femminile, ma riguarderanno anche l’assistenza socio sanitaria, lo sport –con il sostegno a progetti sociali delle ASD che intenderanno proporsi- ed alla tutela dei diritti civili. Proprio la possibilità di offrire una finestra aperta ad ogni forma ed ogni progetto sociale rappresenta uno degli aspetti più importanti dell’intervento di Poste Insieme Onlus nell’ambito della comunicazione sociale. I progetti possono essere trasmessi, in formato word, via mail direttamente all’indirizzo posteinsiemeonlus@poste.it, oppure (non poteva essere altrimenti) via posta, mandando il materiale a Fondazione Poste Insieme Onlus – Via dei Crociferi, 23 – 00187 Roma. Un ritorno al passato, quello della proposta progettuale per corrispondenza, per certi versi, che sembra tuttavia anticipare qualcosa di importante che sta accadendo nel terzo settore.

, , , , , , ,

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

Impresa Tre offre una newsletter gratuita su:

  • Strategia e comunicazione per le Imprese Sociali
  • Marketing e Visibilità per il terzo settore
  • Consulenza fiscale, organizzativa e legale