Main

Terzo settore e finanza

Terzo settore e finanza

Il sistema bancario sa di poter contare, nel no profit,  su un terreno estremamente solido e quasi privo di rischi dal punto di vista strettamente finanziario. Due terzi delle cooperative sociali infatti ha dichiarato di non avere debiti o pendenze con gli istituti di credito, e anche questo sembra essere un elemento di grande differenza con le imprese for profit.

 

Dal rapporto dell’Osservatorio UBI banca sulla finanza e il terzo settore emerge un sempre maggiore feeling tra istituti bancari e le imprese sociali. Le quali apprezzano soprattutto la possibilità di accedere al credito con strumenti appropriati e dedicati.

La possibilità di accedere ai finanziamenti per progetti sociali  con strumenti personalizzati e adeguati alle esigenze del no profit  rappresenta la principale soddisfazione tra le imprese del terzo settore ed il mondo bancario. Questo è quanto è emerso dalla terza edizione dell’Osservatorio promossa dal terzo gruppo bancario italiano, l’UBI banca, con il supporto scientifico di AICCON, l’associazione italiana per la promozione della cultura e della cooperazione delle organizzazioni non profit.  L’indagine campionaria ha riguardato 500 cooperative sociali e 250 fondazioni non bancarie e ha registrato un soddisfazione per l’accesso al credito da parte degli at6tori del terzo settore del 54,8%.

Il focus sulle cooperative sociali ha dimostrato che vi è sempre maggiore consapevolezza nell’importanza e nella possibilità di ricorrere a finanziamenti bancari per l’attività corrente dei progetti sociali e per investimenti, con un aumento di queste richieste che supera il 30%. Richiesta che inoltre nel 50% dei casi è stata completamente soddisfatta dal prestito bancario, con il finanziamento dell’intera somma necessaria.

Anche la capacità di muoversi nel settore bancario da parte delle cooperative sociali sembra essere sempre più dinamico, con il 70% di esse che dichiara di intrattenere più rapporti con istituti bancari, grazie soprattutto alla consapevolezza di poter accedere a finanziamenti agevolati  messi a disposizione degli istituti di credito proprio per venire incontro alle esigenze del terzo settore.

La principale novità dell’intero sistema bancario consiste infatti proprio nel prendere sempre più consapevolezza della marcia in più che le imprese sociali del terzo settore sembrano avere rispetto al mondo delle imprese classiche, come dimostrato anche nell’ultimo censimento Istat dell’Industria, dei servizi e delle Istituzioni non profit (+28% rispetto al 2001). Questo ha generato nel mondo della finanza un atteggiamento estremamente attento ai bisogni ed alle opportunità che il no profit può offrire per uscire fuori dalla crisi, nella quale la finanza si è ritrovata particolarmente colpita.

Inoltre il sistema bancario sa di poter contare, nel no profit, su di un terreno estremamente solido e quasi privo di rischi dal punto di vista strettamente finanziario. Due terzi delle cooperative sociali infatti ha dichiarato di non avere debiti o pendenze con gli istituti di credito, e anche questo sembra essere un elemento di grande differenza con le imprese for profit.

La finanza sta quindi sempre più orientando il proprio interesse verso il terzo settore, con proposte e strumenti messi a punto ad hoc proprio per favorire il finanziamento ai progetti sociali. La stessa UBI banca, con la sua proposta commerciale alle organizzazioni no profit, UBI Comunità, permette la costante compenetrazione strategica tra fondi profit e investimenti no profit come i Social bond, lanciati nell’aprile del 2012. Le obbligazioni solidali superano già i 522 milioni di euro, con una cinquantina tra progetti sociali  e finanziamenti che sono stati sottoscritti spesso con largo anticipo rispetto ai termini di chiusura. Segno tangibile che ormai anche la finanza più spiccatamente capitalizzata si è resa conto dell’enorme potenziale del terzo settore.

, ,

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

Impresa Tre offre una newsletter gratuita su:

  • Strategia e comunicazione per le Imprese Sociali
  • Marketing e Visibilità per il terzo settore
  • Consulenza fiscale, organizzativa e legale