Main

CE_logo

Bando per progetti volti a prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia, l’omofobia e altre forme d’intolleranza

La Commissione Europea ha pubblicato il Bando per progetti transnazionali tesi a prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia, l’omofobia e altre forme di intolleranza, in linea con l’obiettivo specifico del programma Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza.

Le proposte nell’ambito del presente invito devono essere focalizzate sulle priorità sotto descritte:

1. Migliori pratiche per prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia, l’omofobia e altre forme di intolleranza (BEST)

Le proposte presentate nell’ambito di questa priorità dovrebbero concentrarsi, in particolare, sullo scambio delle migliori pratiche per prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia e l’omofobia e altre forme di intolleranza, ma non limitandosi alla lotta ai crimini ispirati dall’odio e dall’incitamento all’odio. Esse potrebbero riguardare ad esempio l’uso del diritto penale come risposta a questi fenomeni, così come altri strumenti (ad esempio, codici etici, community-building, sensibilizzazione).

2. Monitoraggio e denuncia dei crimini ispirati dall’odio (hate) e dei discorsi di odio on-line (HATE)

I progetti devono contribuire allo sviluppo di efficienti meccanismi di monitoraggio e di denuncia di crimini razzisti, xenofobi, omofobi e ispirati dall’odio nonché sui discorsi di odio on line, per migliorare i meccanismi di monitoraggio/denuncia già esistenti. Essi potranno in tal modo sostenere l’efficace applicazione e il monitoraggio circa l’attuazione della decisione quadro 2008/913 / GAI del Consiglio sulla lotta contro talune forme ed espressioni di razzismo e xenofobia mediante il diritto penale. Possono presentare progetti Amministrazioni locali, Amministrazioni Regionali, Amministrazioni nazionali, Centri/Enti di ricerca, ONG (Organizzazioni Non Governative), Organizzazioni non profit, Parti Sociali, Università, Organi di informazione, Organizzazioni internazionali, Organizzazioni europee. I beneficiari non devono avere scopo di lucro.

Le organizzazioni profit possono partecipare solo come partner e non come proponenti.

Il finanziamento nell’ambito del presente invito si basa sul principio del cofinanziamento: la sovvenzione non può costituire più dell’80% dei costi totali ammissibili del progetto. I contributi in natura non sono accettati come cofinanziamento. Tuttavia, se la descrizione dell’azione, come proposto comprende i contributi in natura, questi devono essere effettivamente apportati. La sovvenzione UE richiesta non può essere inferiore a 300.000 euro. Non vi è alcun limite massimo.

Sarà data priorità ai progetti che coinvolgono un gran numero di paesi partecipanti.

Scadenza: 12 novembre 2014 (Mercoledì)

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

Impresa Tre offre una newsletter gratuita su:

  • Strategia e comunicazione per le Imprese Sociali
  • Marketing e Visibilità per il terzo settore
  • Consulenza fiscale, organizzativa e legale