Main

piano di comunicazione Fondazione Angeli

Tra Onlus e agenzie Adversting

L’agenzia Dolci Adversting ha curato l’immagine e l’intera campagna di comunicazione per la Fondazione  Angeli dell’infanzia onlus. Un progetto che prevede un co marketing in collaborazione con la rete dei negozi Kisenè e Fullstyle.

Presenti nel mercato pubblicitario da oltre cinquant’anni, la Dolci Adversting ha curato il logo e l’immagine coordinata per la Fondazione della famiglia Carbonelli D’angelo impegnata nella tutela dell’infanzia. La creazione del logo rimanda immediatamente ai temi dell’infanzia nell’uso del colore e della linea vettoriale aperta, con la quale vengono stilizzate le due ali che rimandano immediatamente alla mission della onlus e alla campagna di fundraising proposta per sostenere i progetti sociali rivolti all’infanzia.

“A Natale diventa un’angelo” si pone così come il leit motiv della raccolta fondi organizzata in co marketing con i negozi Kisenè e Fullstyle dove sarà possibile acquistare articoli fuori catalogo (come i panettoni di alta pasticceria “angeli dell’infanzia” del maître pâtissier Pasquale Marigliano) il cui ricavato sarà destinato proprio alle attività della Fondazione.

Anche il sito internet e tutti i materiali di comunicazione sono affidati alla Dolci Adversting con la direzione creativa di Barbara Guenzati, con una particolare attenzione al piano di comunicazione rivolto alla sensibilità delle tematiche minorili. Come ha dchiarato marco Benadì, CEO di Dolci Adversting, “Il tema dell’infanzia e della maternità a rischio è troppo importante per sottrarsi a questo forte richiamo che il mondo continua a farci.” Da qui la volontà di voler collaborare al progetto sociale portato avanti dalla Fondazione, sintetizzato nello slogan “Un orfano non è un randagio”. Uno slogan che potrebbe sembrare a tutta prima eccessivamente forte nell’utilizzo del linguaggio, ma che ha il pregio di disporre immediatamente l’atteggiamento verso i temi dell’infanzia senza mezzi termini e senza peli sulla lingua. Il randagismo infantile, sembra suggerirci questo pop up, è fortemente presente e il pericolo maggiore è proprio quello di voler distogliere lo sguardo, pensando che i progetti sociali per bambini sostenuti dai colossi dell’assistenzialismo, come la chiesa cattolica,bastino a risolvere il problema.

La Fondazione intende proprio lavorare con questo spirito nella consapevolezze dell’importanza del terzo settore per queste figure sociali, e la collaborazione con esperti di comunicazione come la Dolci Adversting non potrà che ampliarne il volume di visibilità.

, , , , , ,

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

Impresa Tre offre una newsletter gratuita su:

  • Strategia e comunicazione per le Imprese Sociali
  • Marketing e Visibilità per il terzo settore
  • Consulenza fiscale, organizzativa e legale